Memories Books, i Libri dei Ricordi

Bacheca

Necrologi, Anniversari e Ricorrenze
Annuncio famiglia
07/05/2019

Per un ultimo saluto la camera ardente sarà allestita Giovedì 9 Maggio dalle ore 9.30 alle ore 11.30 presso la Sala Pantheon del cimitero della Certosa di Bologna.

Informazioni sulla cerimonia

Celebrazione del Funerale


Data e Ora: 09/05/2019 ore 9:30

Bologna (BO )

Luogo: Sala Pantheon cimitero della Certosa

Indirizzo: Via della Certosa, 16

Dove riposa
Luogo: Bologna (BO ) - Cimitero di Borgo Panigale - Via Marco Emilio Lepido, 60
Clicca il pulsante qui sotto per visualizzare sulla mappa il luogo dove riposa Basem Al Zghoul.
Inserisci il tuo indirizzo per ottenere le indicazioni stradali verso il luogo di sepoltura.

VISUALIZZA LA MAPPA

Album della Vita Foto
Album della Vita Video
Ricordami le ricorrenze

Al Zghoul Basem

Cliccando sul link sottostante verrai informato tramite email in occasione delle ricorrenze del defunto. La prima volta che ti registri su questo sito usando una determinata mail, ti verrà inviata una mail di conferma. Se in seguito ti registrerai con la stessa email per altri defunti, non ti verrà piu' inviata una mail di conferma.

Inserisci la tua email:

Inserisci un pensiero di ricordo

Inserisci un pensiero di ricordo. Se lo desideri, puoi allegare un'immagine scegliendola tra quelle proposte nel pannello "Allega un'immagine al tuo pensiero di ricordo" qui sopra*.

*Lo staff di Memories Books si riserva il diritto di vagliare il contenuto di pensieri che potrebbero essere valutati offensivi e/o lesivi della dignità del defunto.

Immagine


  Sto inserendo il commento. Attendi...

Pensieri di Ricordo (45)
Bologna, 06/05/2021 01:27

06/05/2021 ore 01:27

Caro Basem, sei sempre con noi

Scritto da: Carlotta

Sant'Agata Bolognese, 05/05/2021 23:35

05/05/2021 ore 23:35

Amore mio, per sempre

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Bologna, 05/05/2021 22:19

05/05/2021 ore 22:19

Vorrei tanto che fossi vivo, non so dove sei andato, sembri sempre tra di noi, ho pensato che fossi morto perchè avevi tanto sonno, ci si è spezzato il cuore, salutaci Giovanni

Scritto da: margherita

Udine, 05/05/2021 21:26

05/05/2021 ore 21:26

Ciao Gio☀️ Ti stringo fortissimo Il mio ricordo di Basem è sorridente, presente nei suoi silenzi attenti, sereno e curioso. Ricordo come Leyla da piccola adorasse andare all'avventura nella natura tra equilibri e arrampicamenti e vedo Basem sempre al suo fianco, pronto e incoraggiante. Ricordo bene i video che fece a Leyla e me tra le colline usciti tutti sbagliati, e noi due a correre e correre come sceme avanti e indietro e ad appenderci ai pali sperando di stare facendo uno show che sarebbe rimasto nella storia. Ricordo quel pic-nic sotto l'acqua, il più bello, sento ancora le nostre risate. Sento benissimo la sua risata, sorrido tanto se ci penso! E il suo caffè al cardamomo. E il suo modo di sapere stare al gioco, non lo dimenticherò mai. Lancio un abbraccio fortissimo a Leyla e a Gio, che non vedo l'ora di poter stringere come si deve. Ciao Basem☀️

Scritto da: Emma

Bologna, 05/05/2021 18:40

05/05/2021 ore 18:40

Sono passati due anni, pieni di dolore, sgomento, ansia e per tantissime persone anche depressione... Ma non si può continuare a soffrire, bisogna riprendersi ed andare avanti. Pensare a te e ricordarti, anche in questo periodo di pandemia così difficile per tutti, porta solo serenità e pace e non possiamo che avere pensieri positivi. Finalmente anche la primavera è arrivata ed in tuo ricordo festeggiamola così: Filastrocca di primavera più lungo è il giorno, più dolce la sera. Domani forse tra l’erbetta spunterà la prima violetta. O prima viola fresca e nuova beato il primo che ti trova, il tuo profumo gli dirà, la primavera è giunta, è qua. Gli altri signori non lo sanno e ancora in inverno si crederanno: magari persone di riguardo, ma il loro calendario va in ritardo.

Scritto da: Chiara

Bologna, 05/05/2021 16:34

05/05/2021 ore 16:34

Elegante come la neve il 5 Maggio. Sei in tutte le cose più belle.

Scritto da: Benny

Amman, 05/05/2021 16:26

05/05/2021 ore 16:26

"Dear I have dreamt about Bassem he was eating something Sheren has cooked and enjoyed it a lot I wanted to write on the MBook but I couldn’t we really miss him very much I pray to him every prayer on Ramadan may Allah bless his soul" Wejdan

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Bologna, 05/05/2021 16:17

05/05/2021 ore 16:17

"Grazie,ha lasciato solo dei ricordi bellissimi, poi come faceva lui il caffè ,no lo fa nessuno, forse metteva dentro la sua gentilezza .🤗🤗🤗🤗😘 Emilia"

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Bologna, 05/05/2021 16:16

05/05/2021 ore 16:16

"Cara Giovanna volentieri ti invio un mio ricordo di Basem. Parto dal suo sorriso dolce e conciliante che esprimeva lealtà e gentilezza. Un uomo buono, una persona vera. Basem rimane per me un esempio cui pensare per non dimenticarsi mai di restare Umani. Un abbraccio con affetto Enrica"

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Zappolino, 05/05/2021 16:13

05/05/2021 ore 16:13

"Ricordo quando ho conosciuto Bassem per la prima volta alla loro casa in via Treves. Ero molto emozionata come poteva essere una sorella che incontra l'uomo che sua sorella preferita amava più di se stessa. Lui mi ha aperto la porta, ed alla vista dei quei occhi bellissimi e quel sorriso di benvenuto, mi sono sciolta. Giovi ed io abbiamo fatto le nostre prove per il matrimonio di Orietta e poi abbiamo assaggiato un meraviglioso tè Giordano preparato da Bassem. Io ero la persona più felice del mondo, vedendo la gioia in quella casa. Sono così fortunata di avere la Giovi, la Leyla, e Bassem nella mia vita. I love you three so much. ❤️Andrea."

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Bologna, 05/05/2021 16:11

05/05/2021 ore 16:11

"Basem il sorridente Un sorriso gentile, uno sguardo intenso e affettuoso, ogni tanto attraversato da un guizzo ironico. Una presenza attenta, mai invadente, di poche le parole, riservate alle relazioni più intime, di grande calore. Mi avrebbe fatto piacere conoscerti di più e non solo attraverso le parole della Gio e di Tommy, tuo grandissimo fan. E mi piace poter ancora parlare di te, cercando nel ricordo quel tuo sorriso rasserenante che ha sempre saputo regalare a tutti. Franca"

Scritto da: Giovanna Degli Esposti

Ravenna , 05/05/2021 14:56

05/05/2021 ore 14:56

Caro Basem, anche se i casi della vita ci hanno portato a non frequentarci negli ultimi anni, sei stato spesso presente nei miei pensieri per la tua personalità e i bei momenti passati insieme. La prima immagine che mi arriva è il tuo sorriso che trasmetteva serenità ed empatia. Sei stata una persona fantastica, impossibile non ricordarti con affetto e una stretta al cuore.

Scritto da: Maura

Bologna, 05/05/2021 09:44

05/05/2021 ore 09:44

Caro Basem, ma quanto era bello per me vederti entrare nella scuola di musica di Sant'Agata, col cappellino Gazzetta dello Sport, sempre col sorriso, col tuo tono di voce vellutato e dolce, sempre più fiero della miglior batterista che abbia mai incontrato! Sei proprio raro, caro Basem. Una pacatezza, una gentilezza così, non si trovano tutti i giorni. Sei indimenticabile. Un bacio a te e alle tue splendide super donne, super musiciste. Vi voglio strabene a tutti e tre!!!

Scritto da: Tommy Ruggero

San Giovanni in Persiceto, 05/05/2021 08:39

05/05/2021 ore 08:39

Ciao Basem,eri sempre gentile e pronto a dare una mano a chi ne aveva bisogno,le belle persone non si dimenticano mai

Scritto da: Fabio,Dalia, Samantha

Pioltello (Mi), 04/05/2021 23:09

04/05/2021 ore 23:09

Il mio Maestro di Karate diceva: "Occorre guardare i suoi allievi, per capire che persona sia il Maestro"... Non avendo avuto la fortuna di conoscere personalmente Basem e ricordandomi questo, guardo questo splendido video e anche ciò che di più bello c'è: la sua famiglia che lo ama e che ci ha raccontato molto di lui. Giovanna e Leyla hanno reso perfettamente l'idea bella del suo carattere riflessivo, perspicace e sorridente; rifletto su questo, su come interagisse in famiglia e penso a quanto di lui vi sia in Leyla! E mi piace . Un caro abbraccio alle sue donne, Giovanna e Leyla

Scritto da: Corrado Cerami

brescia, 04/05/2021 21:57

04/05/2021 ore 21:57

Basem è il pensiero gentile che si affaccia alla mente, l'invito improvviso ad un atteggiamento sobrio e accogliente, la battuta che stempera un attimo di tensione accompagnata da un largo sorriso e l'occhio vispo, il profumo del caffè mai eguagliabile, il piacere di salire in montagna, il vento morbido che mi avvolge lasciando un sentore di felicità. Basem sapeva restituire valore alle persone che incontrava semplicemente mantenendo il proprio valore. Egli sapeva vedere la bellezza nell'altro, nutrito in ciò da se stesso, dalla sua terra e prima di tutto da Giovanna e Leyla che ringrazio per la loro amicizia e abbraccio forti in questi giorni, in cui il senso del trascorrere del tempo entra in una dimensione dove ieri, oggi e domani si incrociano, si scontrano, si sbrogliano, si reingarbugliano, si rituffano, salgono, scendono in un otto volante senza principio e senza fine. Penso che sia ancora Basem a rendere tutto ciò sopportabile, con quel senso di pienezza della vita che infondeva ed il cui ricordo ancora adesso nutre chi ha avuto la fortuna di conoscere questo amico gentiluomo

Scritto da: Nina

Fabriano, 04/05/2021 19:53

04/05/2021 ore 19:53

Un pensiero per una persona speciale, sempre felice di incontrarlo, anche se troppo raramente...di condividere con lui le piccole trasformazioni quotidiane, ...il cibo, i suoi regalini sempre appropriati e fatti con il cuore. Cognato insostituibile, che ha lasciato nella nostra famiglia il suo sorriso e la sua calma. Ci manchi

Scritto da: Giovanna Santini

Bologna, 03/05/2021 08:54

03/05/2021 ore 08:54

Cara Giovanna, cara Leyla, con il passare del tempo si ha bisogno di scaricare la mente ed è inevitabile che affiorino dei ricordi. Appunto, ricordo un giorno di una vita fa in un parco di... chissà dove (Sasso? Casalecchio?) c’era un’esposizione di giovani artisti fra cui un giovane che ci presentò le sue creazioni in un materiale molto delicato, che si prestava ad essere manipolato. E Layala, allora molto piccola, ci giocò e inavvertitamente ne fece cadere una che si ruppe. Ci fu un momento di panico e il gelo scese fra di noi; allora Basem con il suo aplomb disse: non è successo niente di grave, è solo una bambina che stava giocando! Un’abbraccio!

Scritto da: Mimmo Siclari

Bologna, 02/05/2021 10:52

02/05/2021 ore 10:52

Caro zio, ricordo la tua accoglienza e il tuo esserci per noi con gesti delicati e incisivi. Ricordo la gioia della zia quando mi disse che vi sareste sposati. E soprattutto il tuo sorriso buonissimo e trasparente

Scritto da: Marta

Bologna, 05/06/2020 14:53

05/06/2020 ore 14:53

Caro Basem, ci hai guardato? Qualcosa più grande di noi, un virus, ha offerto ai non contagiati una specie di tregua; ha reso il tempo bello, umanizzato e ricco, scandito da gesti amorosi. Ci ha dato l'occasione di fotografare i sentimenti invisibili e di essere grati. Ho smesso di fotografare il sogno che tu ritorni, perchè ho capito che forse non è possibile, ma ora spero per te che ritrovi la tua mamma e il tuo papà con la gioia dei bambini piccoli spero per te che ritrovi l'amore nell'infinito; spero per te che ti senta amato come lo sei stato qui; spero per te che tu sia pioggia fine e che quando vedremo l'arcobalemo sapremo che sei tu

Scritto da: margherita

Sant'Agata Bolognese , 05/05/2020 03:23

05/05/2020 ore 03:23

... "Son diventato sai il tramonto di sera E parlo come le foglie di aprile E vibro dentro ad ogni voce sincera E con gli uccelli vivo il canto sottile E il mio discorso più bello e più denso Esprime con il silenzio il suo senso..." da L'arcobaleno

Scritto da: Giovanna

Bologna, 04/05/2020 19:15

04/05/2020 ore 19:15

Ciao! E' passato un anno da quando te ne sei andato e continua ad essere persistente la tua assenza. Anche se viaggi in parallelo con noi ci manca la tua pace e la tua serenità, la tua forza ed il tuo coraggio, ma soprattutto il tuo equilibrio e la tua saggezza. Sicuramente ci avresti aiutato a superare con maggiore leggerezza questo momento di pandemia cosi complicato che ci prostra e ci spaventa...però so che sei sempre qui con noi e il tuo sguardo dolce e gentile ci accompagna per infonderci coraggio. GRAZIE!

Scritto da: Chiara

Bologna , 06/09/2019 20:27

06/09/2019 ore 20:27

Conosci il giglio della sabbia? Cresce con quasi niente, ma è nobile e puro, bello, elegante e gentile, proprio come te...

Scritto da: Giovanna

bologna, 03/09/2019 12:51

03/09/2019 ore 12:51

Grazie per essere arrivato fino a Tremiti: sei stato un buon sasso grande e arroventato, levigato dal mare; ti ho abbracciato a fatica con i piedi nell'acqua gelata e tu hai detto: coraggio! Sei stato un pino fra tanti pini, alto e mosso dal vento: hai detto "coraggio!". Quando mi sveglio mi ricordo che sei morto davvero e non so immaginare un mondo senza di voi, coraggio non ce l'ho.

Scritto da: Margherita

Anjara, 09/07/2019 13:17

09/07/2019 ore 13:17

E così amore mio a due mesi esatti dalla tua scomparsa siamo infine tornate a casa

Scritto da: Giovanna

Bologna, 19/06/2019 18:19

19/06/2019 ore 18:19

Tu ci sei! Sei nell'aria e godi della compagnia di chi ti attraversa. Sei un po' severo nelle nuvole grigie e sgridi se ci vedi arrivare cupi con l'annaffiatoio pieno di pianti. Ma poi sei nel sorriso gentile del cosmo, ci abbracci e dici: e' tutto a posto!

Scritto da: margherita

Bologna, 10/06/2019 21:19

10/06/2019 ore 21:19

Tu sei un'ape la tua casa è il tempo più bello dove abitare; l'ospedale è il tempo più lungo per sperare; la tua pace è il tempo più dolce dove sognare; il tuo melo è il cielo più azzurro dove volare

Scritto da: margherita

Bologna , 05/06/2019 21:30

05/06/2019 ore 21:30

Il piccolo melo cresce...

Scritto da: Giovanna

Bologna, 18/05/2019 14:26

18/05/2019 ore 14:26

Ho conosciuto Basem grazie a mia moglie Rosalba, cara amica di Giovanna. Dapprima incontri sporadici, poi le occasioni mondane ci hanno portato a confrontarci per quello che eravamo: due esponenti del sud del mondo. Parole misurate, dette al momento opportuno, ricordi dei territori di origine e delle tradizioni, nostalgia per i parenti lontani, una nuova città e soprattutto una nuova famiglia. Poi i nostri destini si sono incrociati e sono iniziate le chiacchiere e le passeggiate nel corridoio del day hospital. Direte è sopraggiunto lo sconforto e la tristezza. Niente affatto. Ho avuto il privilegio di assistere alle conversazioni tra Rosalba e Basem, distesi sui lettini a fare la terapia. Era un susseguirsi di battute e risatine che erano conforto per l’intera camerata. Mai dalle loro parole traspariva alcunché di triste. Ogni frase era costruttiva e proiettata al futuro. Il senso era sempre lo stesso:”È inutile che ci giri intorno brutta bestia, tanto non ci fai paura”. La vita non restituisce le persone care perse es ogni perdita corrisponde una sofferenza. Ma le cose belle che abbiamo vissuto restano racchiuse nei nostri ricordi che porteremo sempre dentro il cuore. Buon viaggio Basem e quando incontri Rosalba dalle un bacio per me.

Scritto da: Mimmo Siclari

Bologna, 17/05/2019 21:15

17/05/2019 ore 21:15

La nonna Mariù ha fatto spesso scherzetti. La seconda volta che ti ho visto, tanti anni fa, ero all’ospedale e poco prima la nonna aveva detto : presto arriverà un fratellino... poco dopo siete arrivati tu e la Giovi innamorati persi e tu mi hai dato una rosa e allora ho capito di chi parlava la nonna. Da allora non si possono contare le cose da fratello che hai fatto: da quando con tanta gentilezza mi hai preso di mano il pennello e hai dipinto la nostra cucina, raccontando le tue avventure della Giordania, o quando hai portato per me un tavolo da solo al 4 piano di una casa, o ancora quando, già abituato ad avere più di una mamma, ne hai accolta un’altra in casa vostra... Poi ti sei ammalato; pensavo che tutto sarebbe andato bene, sarebbero bastati le cure amorose della tua famiglia e le speranze dette col cuore. Poi la Giovi ci ha detto che non si poteva guarirti, la nonna è venuta e diceva: non smettete di sperare, Basem è il fratello magico e può farvi delle sorprese. Anche adesso che la tua rosa è spaccata da lacrime di pietre, non smetto di sperare, e se ancora non leggo la notizia: un uomo di 54 anni è risorto dalla tomba, so che è perché sei solo in ritardo!

Scritto da: Margherita

Jordan, 17/05/2019 12:57

17/05/2019 ore 12:57

Goodbye our beloved brother we will inshallah meet again in paradise. بِسْمِ اللَّهِ الرَّحْمَنِ الرَّحِيمِ (1) الْحَمْدُ لِلَّهِ رَبِّ الْعَالَمِينَ (2) الرَّحْمَنِ الرَّحِيمِ (3) مَالِكِ يَوْمِ الدِّينِ (4) إِيَّاكَ نَعْبُدُ وَإِيَّاكَ نَسْتَعِينُ (5) اهْدِنَا الصِّرَاطَ الْمُسْتَقِيمَ (6) صِرَاطَ الَّذِينَ أَنْعَمْتَ عَلَيْهِمْ غَيْرِ الْمَغْضُوبِ عَلَيْهِمْ وَلَا الضَّالِّينَ (7)

Scritto da: Omair Alzghoul

Bologna, 16/05/2019 12:33

16/05/2019 ore 12:33

In questi giorni, in tanti siamo pieni di disperazione per la morte di Basem e non riusciamo a rassegnarci... Vorrei, però, riportare il testo di questa poesia perchè credo riesca ad attenuare il nostro dolore. Almeno il mio è diventato un pò meno acuto. "La morte non è niente" di Henry Scott Holland La morte non è niente, io sono solo andato nella stanza accanto. Io sono io. Voi siete voi. Ciò che ero per voi lo sono sempre. Datemi il nome che mi avete sempre dato. Parlatemi come mi avete sempre parlato. Non usate mai un tono diverso. Non abbiate un'aria solenne e triste. Continuate a ridere di ciò che ci faceva ridere insieme. Sorridete, pensate a me, pregate per me. Che il mio nome sia pronunciato in casa come lo è sempre stato. Senza alcuna enfasi, senza alcuna ombra di tristezza. La vita ha il significato di sempre. Il filo non è spezzato. Perchè dovrei essere fuori dai vostri pensieri? Semplicemente perchè sono fuori dalla vostra vista? Io non sono lontano, sono solo dall'altro lato del cammino." E' vero, Basem, sei sempre vicino e "parallelo" a noi, collegato con un filo infinito che non si può recidere. Ciao, buongiorno!

Scritto da: Chiara

Bologna , 16/05/2019 03:46

16/05/2019 ore 03:46

"Sono sola stasera senza di te Mi hai lasciato da sola davanti al cielo Vienimi a prendere Mi vien da piangere Mi riconosci ho le scarpe piene di passi La faccia piena di schiaffi Il cuore pieno di battiti E gli occhi pieni di te" Jovanotti

Scritto da: Giovanna

Sant'Agata Bolognese, 15/05/2019 18:26

15/05/2019 ore 18:26

Le persone buone e in particolare con un destino,non si dimenticano facilmente perché rimango scolpite nel cuore. Ti ricorderemo per la tua serenità,la tua umanità e la tua generosità. Conoscerti è stato per noi un piacere ed un onore.

Scritto da: Fabio,Dalia, Samantha

Sant'Agata Bolognese, 15/05/2019 14:05

15/05/2019 ore 14:05

Ciao Basem, la prima volta che ci siamo incontrati,credo a un qualche evento della scuola materna delle nostre rispettive figlie,non devo averti notato;così la seconda volta quando mi hai salutata non ho risposto;la terza volta la ricordo bene,perchè dopo avermi salutata mi hai spiegato chi eri (il papà di Leyla) e mentre io mi vergognavo molto pensando al precedente incontro in cui ti avevo ignorato e mi scusavo, tu mi dicevi di non preoccuparmi...che era normale...per di più salutata da uno "straniero"...invece di essere deluso e offeso, mi hai detto che il mio comportamento era stato comprensibile...(se ancora lo ricordo è perchè mi dispiace davvero!) Ecco sei una delle persone migliori che io abbia conosciuto, gentile,premuroso,comprensivo e disponibile verso tutti; non preoccuparti, sarò sempre vicina a Giovanna

Scritto da: Paola

Jeddah, 15/05/2019 13:55

15/05/2019 ore 13:55

Ti ho conosciuto che eri appena arrivato in Italia. Gentile, generoso e sempre sorridente, sei diventato subito un amico sincero per il mio Saverio. Ricordo che quando Saverio venne a condividere con te la minuscola stanza in via Polese, tu smettesti perfino di fumare per non rischiare di disturbarlo con l’odore di sigaretta. Sono certa che Saverio sia lì, in cielo, pronto ad accoglierti.

Scritto da: Tiziana

Bologna , 15/05/2019 00:46

15/05/2019 ore 00:46

"Se davvero la sofferenza impartisse lezioni, il mondo sarebbe popolato da soli saggi. E invece il dolore non ha nulla da insegnare a chi non trova il coraggio e la forza di starlo ad ascoltare. Sigmund Freud". Quanta sofferenza hai patito per diventare così saggio...? E quanta ancora hai scelto di sopportare per affermare il tuo amore per la vita...?

Scritto da: Giovanna

Bologna, 14/05/2019 22:23

14/05/2019 ore 22:23

Dedico a Basem, Giovanna e Leyla questa poesia di Dino Campana. Si intitola “In un momento “. In un momento/ sono fiorite le rose/i petali caduti/perché io non potevo dimenticare le rose/ le cercavamo insieme/ abbiamo trovato delle rose/erano le sue rose erano le mie rose/ questo viaggio chiamavamo Amore/col nostro sangue e colle nostre lacrime facevamo le rose /che brillavano un momento al sole del mattino/ le abbiamo sfiorate sotto il sole tra i rovi/ le rose che non erano le nostre rose/ le mie rose le sue rose. PS.E così dimenticammo le rose.

Scritto da: Gabriella Gabellini

Bologna , 14/05/2019 14:51

14/05/2019 ore 14:51

Io non ti conosco, ti ho solo sfiorato. Eri nel letto accanto a me. Solo dopo molto tempo ho saputo chi era quel ragazzo che mi era rimasto nel cuore. Ho saputo da Gio di te, di voi, di quanto eri una persona speciale. Vola tra le stelle Bessuma e proteggici.

Scritto da: Mery

BOLOGNA, 13/05/2019 15:54

13/05/2019 ore 15:54

Il batterista può riempire il brano di trentaduesimi, fill in ogni dove, colpi a destra e a manca e rulli come se non ci fosse un domani; può limitarsi a tenere il groove senza scostarsi dallo spartito; oppure può distillare i colpi, usare ghost notes, o ancora meglio fartele intuire, produrre grandi pause e farti comunque percepire il pulsare del ritmo anche senza suonarlo, soprattutto coi silenzi. Paradossalmente, un batterista è bravo quanto più è basso il rapporto fra le note suonate e il ritmo che riesce a far percepire a chi ascolta. Il compito del bravo batterista non è farsi notare, ma far suonare bene chi suona con lui, e trasmettere a tutti il ritmo, che è la base della serenità, quindi della felicità. (Jeff Porcaro) Basem ha sempre trasmesso un buon ritmo a tutti e a tutte. Buon viaggio Basem.

Scritto da: Stefano Pantaleoni

Bologna, 12/05/2019 15:37

12/05/2019 ore 15:37

Caro Basem, sei e sarai sempre con noi. Arrivederci tutti insieme - Carlotta, Gabriele e Giacomo

Scritto da: Annacarlotta Degli Esposti

Fabriano, 11/05/2019 19:10

11/05/2019 ore 19:10

Carissimo Basen è stato sempre un gran piacere incontrarti, mangiare con te, vederti parlare e camminare con tuo fratello Hatem. Sentiremo molto la mancanza della tua educata e rassicurante presenza. Con affetto la tua cognata Giovanna.

Scritto da: Giovanna Santini

فابريانو , 10/05/2019 17:47

10/05/2019 ore 17:47

وداعا باسم

Scritto da: اخوك حاتم

Jordan, 09/05/2019 22:44

09/05/2019 ore 22:44

Ci incontriamo in paradiso, a Dio piacendo

Scritto da: Wejdan

Bologna , 08/05/2019 14:15

08/05/2019 ore 14:15

C'è una nuova stella in cielo. Se ci sentiremo soli o sperduti cerchiamola e lei ci guiderà e ci conforterà.

Scritto da: Giovanna

Ricerca altri defunti